Giovedì, 16 Settembre 2010 14:01

Io non uso i pannolini lavabili, perché …

Scritto da 
Vota questo articolo
(7 Voti)

ciri-no

Le esperienze negative coi pannolini lavabili esistono eccome, come è normale che sia: con i figli non esistono soluzioni uniche che vanno bene per tutti, ciascun genitore deve pian piano ricercare l’equilibrio che va bene per sé e per il proprio figlio. Tuttavia, coi lavabili esistono anche esperienze positive, anzi talmente positive da aver spinto tante mamme a unirsi spontaneamente in un Gruppo come NonSoloCiripà. E queste mamme non sono “angeli del focolare”, che trovano la realizzazione di sé nel fare più e più volte al giorno il bucato, né tantomeno sono delle aristocratiche privilegiate, con tanto di servitù al seguito che lava i pannolini al loro posto. Sono mamme normali, con figli normali e una vita normale, che hanno trovato la gestione dei pannolini lavabili perfettamente compatibile con la loro quotidianità.

 

Leggi cosa abbiamo trovato in rete: Leggi il nostro all'articolo

Mai e poi mai! Per l'ecologia e l'ambiente si può fare tanto altro e di meglio. I pannolini usa e getta sono una gran invenzione e non ci rinuncerei mai e poi mai per tantissimi motivi!(M.)

Mai sentiti, è raro sentire di pannolini lavabili al giorno d'oggi. Non è un lavoraccio? (S.)

Io non li userei mai perché sono poco igienici (s.)

Penso che la mia maggiore preoccupazione (oltre ovviamente al tempo da dedicare all'operazione di lavaggio, che ritengo di poter meglio e più proficuamente occupare) sia quella di infilare addosso al mio bambino qualcosa di non perfettamente igienico (a.)(s.)

La buone intenzioni vanno bene, forse possono essere messe in pratica per chi ha un bimbo che non vuole stare costantemente in braccio, che alla notte dorme e che ti permette di essere un po' più rilassata e avere anche il "pensiero" di dover fare la lavatrice per avere i pannolini (i.)

L'UNICO lato positivo a sentire l'ostetrica è che i bimbi ad un anno sentendosi umidi si "spannolinano" e quindi ad un anno imparano a farla sul vasetto.(L.)

Mai usati...già devo lavare tutte le sue cose visto che si sporca almeno tre volte al giorno...se devo mettermi a lavare anche i pannolini divento matta! (F.)

Mai usati, credo che non siano del tutto igienici (A.)

Non li ho mai usati, secondo me sn poco igienici (i.)

Quelli normali sono + igenici, più comodi e MENO PESANTI!! una volta alla tv hanno detto ke questi pannolini lavabili equivalgono, per un adulto, a portare un peso pari a 3kg di mutande!! nn mi sembra molto comodo per il pupo!!! (V.)

Non ho proprio tempo per lavare i pannolini di cotone e ringrazio il progresso che ha inventato quelli usa e getta perchè davvero non saprei come fare. (p.)

 

 Il sacrificio legato al loro impiego fa sentire la puerpera più compiutamente mamma. I pannolini usa e getta sono, infatti, molto comodi e il concetto di comodità è fortemente in contrasto con quello di maternità (la nostra cultura cattolica ci vuole nate per soffrire, in attesa di ricompensa nel mondo dei cieli) (utente anonimo)

Puoi anche provare, ognuno usa ciò che preferisce, ma non credere di essere più ecologica, perché per lavare i pannolini tra energia elettrica (prodotta con centrali a petrolio), detersivi, candeggina, acqua, ecc , l'inquinamento prodotto è esattamente lo stesso (utente anonimo)

Ma serve davvero tanta buona volontà e pazienza..non credo ce la farei...ho visto degli amici mezzo hippie tutti natura e bontà partire in quarta coi pannolini lavabili...son durati 2 mesi, poi son passati ai fantastici pannolini industriali (i.)

ti costano uno sproposito, ne devi comprare almeno 30 per taglia (per cui un centinaio), e li devi lavare - lavatrice, corrente, acqua, detersivo (s.)

Non è una scelta così tanto ecologica, piuttosto direi più dettata dalla moda del momento  (C.)

Al pensiero di un sacco brulicante pieno di pannolini che resta per giorni sul balcone con 30 gradi di temperatura...vi ci vorrà la tuta anticontaminazione per andarli a recuperare dal sacchetto/tinozza  (utente anonimo)

Dovrebbero essere più convenienti ma non credo che ti faccia piacere fare 30 lavatrici a settimana (R.)

Non ho mai usato i pannolini lavabili, ma da mamma con due bambine, posso dirti che le macchie di cacca, e ti assicuro che ne farà tanta, non sono facili da lavare via,dovrai usare molta candeggina.. (m.a)

Anche se mi hanno parlato dei pannolini lavabili non ho nemmeno preso in considerazione l' ipotesi, sono la nuova generazione dei vecchi ciripà che usavano quando ero io in fasce, praticamente sei sempre a lavare.... (v.)

L'amore x me stessa viene prima di quello x l'ambiente, non mi metto a lavare pannolini sporchi di ogni ben di Dio, e poi se sn in giro e la devo cambiare, il pannolino sporco di cacca me lo metto in borsa così qnd arrivo a casa lo lavo? (K.)


E allora, cosa dicono le mamme di NonSoloCiripà?

 

Tutte le testimonianze raccolte in rete riportano invece opinioni di persone che dichiaratamente i pannolini lavabili non li hanno mai provati. Queste opinioni rappresentano dunque dei pregiudizi, fondati non sull’esperienza vissuta, ma solo sul “sentito dire”, magari derivante da persone di età avanzata che hanno avuto esperienze di gestione pannolini in un contesto ben diverso da quello attuale.

Tuttavia, i punti che vengono sollevati a sfavore dei pannolini lavabili sono molti e interessanti, e si possono riassumere nei seguenti:

  1. Scarsa igiene
  2. Utilizzo complicato
  3. Eccessivo tempo richiesto
  4. Scarsa garanzia di reale “ecologicità “
  5. Eccessivo ingombro
  6. Costo elevato

 

Sei una mamma che non ha mai provato pannolini lavabili e concordi con alcuni di questi 6 punti a sfavore del loro utilizzo?

Le esperienze personali e le informazioni raccolte nel tempo dal Gruppo NonSoloCiripà sui pannolini lavabili, in risposta ai maggiori pregiudizi che circolano riguardo al loro uso, sono le seguenti:

 

1. Scarsa igiene dei pannolini lavabili –Come ogni altro prodotto riutilizzabile, i pannolini lavabili ovviamente non offrono le prestazioni di igiene o sterilità garantite dai prodotti usa e getta. Tuttavia, l’utilizzo corretto di pannolini lavabili non comporta particolari rischi igienici, la maggior parte delle mamme che li hanno usati non ha mai riscontrato episodi di infezioni… e c’è anche il caso di chi tra noi ha sperimentato infezioni urinarie con un primo figlio cresciuto a pannolini usa e getta, e non con il secondo figlio cresciuto a pannolini lavabili. Per la nostra esperienza, possiamo dire che il timore della scarsa igiene è infondato. Per un bucato igienizzato senza inquinare, esistono in commercio sbiancanti/igienizzanti a basso impatto ambientale, quali il percarbonato di sodio in polvere o gli sbiancanti liquidi a base di perossido d’idrogeno.

 

2. Utilizzo complicato dei pannolini lavabili – Tra i tanti modelli di pannolini lavabili disponibili oggi in commercio, esistono tipologie di utilizzo semplicissimo, a livello comparabile degli usa e getta. Anche la gestione dei pannolini sporchi non comporta particolari difficoltà: i pannolini sporchi si conservano in un bidone con coperchio, meglio se evitando l’ammollo, e possono essere lavati ogni 2-3 giorni con normali cicli di lavatrice. I residui di feci vanno rimossi (con uno sciacquo sotto l’acqua corrente, con una spazzolina, o con l’apposito “velo raccogli-feci”) prima che diventino secchi. In caso di uscite di qualche ora con necessità di cambio pannolino, ci si può attrezzare di una piccola borsa impermeabile, nella quale riporre il pannolino sporco.

 

3. Eccessivo tempo richiesto per lavare i pannolini lavabili – I pannolini lavabili li si lavano in lavatrice e non a mano, come facevano le nonne! Non servono ammolli, prelavaggi, passaggi in acqua bollente. Li si può lavare da soli, ogni due o tre giorni, a seconda della consistenza del kit, oppure insieme al resto della biancheria, quando capita. Il tempo per lavare, stendere, ritirare i pannolini è stato stimato da alcune di noi variabile tra 30 - 60 minuti alla settimana. Chi non si può permettere tutto questo investimento di tempo, può anche considerare l’uso part-time dei pannolini lavabili, in combinazione con quelli usa e getta. Ci sono mamme che usano i lavabili solo di giorno, oppure solo di notte, oppure solo nei week-end. Anche un solo pannolino lavabile al giorno significa 365 pannolini in meno conferiti annualmente in discarica, e qualche ora al giorno in cui il sederino del bimbo potrà traspirare.

 

4. Scarsa garanzia di reale “ecologicità” dei pannolini lavabili – Le preoccupazioni riguardanti i consumi di acqua, detergenti ed elettricità per il lavaggio dei pannolini di stoffa sono ragionevoli, ma non considerano il fatto che acqua, energia e sbiancanti chimici sono utilizzati in abbondanza anche nei processi produttivi degli usa e getta. Quale dei due sistemi consuma di più? Gli studi condotti finora evidenziano come le condizioni siano variabili a seconda delle abitudini di lavaggio e delle prestazioni tecniche delle lavatrici impiegate. Nel caso dei pannolini lavabili, quindi, i singoli utenti possono contribuire a ridurre gli impatti ambientali adottando dei metodi di lavaggio sostenibili: poco detersivo e temperature medio-basse generano consumi inferiori a quelli del ciclo produttivo degli usa e getta, e garantiscono quindi l’effettiva “ecologicità” dei pannolini lavabili, che si aggiunge alla mancata immissione di tonnellate di rifiuti in discarica.

 

5. Eccessivo ingombro dei pannolini lavabili – I pannolini lavabili sono indubbiamente più ingombranti rispetto agli usa e getta attualmente in commercio. Questo da alcuni genitori viene vissuto come problema, soprattutto nel caso dei neonati che sembrano eccessivamente “infagottati”. In realtà, il pannolino lavabile permette al neonato di tenere le gambine in posizione divaricata, che è la posizione più fisiologica per il corretto sviluppo dell’articolazione delle anche. Il peso dei pannolini lavabili dipende, come per gli usa e getta, dalla quantità di materiale che sono tenuti a trattenere. Per non causare disagio al bambino, è quindi consigliato in ogni caso un cambio di pannolino frequente.

 

6. Costo elevato dei pannolini lavabili – Il singolo pannolino lavabile ha un costo decisamente superiore rispetto al singolo pannolino usa e getta, e il costo di un intero kit (tra i 300 e gli 800 euro circa, a seconda della composizione del kit) talvolta dissuade i genitori dall’acquisto. In realtà, la percezione che coi pannolini usa e getta si risparmi è errata, in quanto la spesa complessiva da affrontare supera quella per il kit di pannolini lavabili già solo nel primo anno, e poi aumenta proporzionalmente fino al tempo in cui il pannolino viene abbandonato, arrivando intorno ai 1.500-2.000 euro. Anche considerando l’integrazione dei costi di energia elettrica (circa 15-25 euro all’anno) e acqua (circa 7-11 euro all’anno) necessari per i lavaggi, il pannolino lavabile rappresenta una efficace strategia di risparmio, che aumenta ulteriormente se i pannolini vengono riutilizzati da altri figli.

 

Sebbene esista un pannolino lavabile adatto ad ogni mamma, può anche succedere che non esista proprio il pannolino lavabile "ideale" per una mamma o una famiglia, che il loro pannolino sia l'usa e getta. Ci sono alcune esperienze di mamme che ci hanno provato e non sono riuscite a portare avanti questa scelta: della loro esperienza parleremo nel nostro prossimo articolo di Ciripiamo.

 

 

Letto 57520 volte

Con il patrocinio morale di: